Copy
Newsletter mensile, anno 15 n.7
Gennaio: mese dell’Azione Professionale
LETTERA DEL PRESIDENTE DEL CLUB

Cari Amici, 

desidero innanzitutto rinnovare a voi ed alle vostre famiglie i migliori auguri per un felice e sereno 2021, ed al nostro club quelli di potersi al più presto tornare a riunire nella tradizione rotariana.

Fondato come organizzazione di networking professionale, il Rotary enfatizza l’importanza delle riunioni tra uomini d’affari e professionisti leader di settore per scambiare idee, sviluppare relazioni interpersonali e soprattutto, grazie ad esse, migliorare le comunità. 

Il concetto di azione professionale, cui il Rotary dedica il mese di gennaio, deriva dalla corrente formulazione degli scopi del Rotary, nella parte in cui si richiede ai Rotariani di incoraggiare e promuovere:

  • Elevati standard etici nell’esercizio di ogni professione
  • Il riconoscimento della dignità di ogni occupazione
  • Il riconoscimento dell’occupazione di ogni Rotariano quale opportunità per diffondere il valore del servire.

L’azione professionale è l’essenza stessa del Rotary, e si compie agendo nei seguenti modi:

  • Parlando della propria professione nei club e informandosi sull’occupazione degli altri soci.
  • Prestando le proprie competenze e conoscenze per servire la comunità.
  • Svolgendo il proprio lavoro con integrità, ispirando gli altri a comportarsi in modo etico nelle parole e nei fatti.
  • Aiutando i giovani a realizzare i loro obiettivi professionali.
  • Guidando e incoraggiando il prossimo nello sviluppo professionale.

Il Rotary insiste costantemente sul valore imprescindibile dell’integrità e di elevati modelli etici. La prova delle quattro domande, creata nel 1932 dal Rotariano Herbert J. Taylor e adottata dal Rotary International nel 1934, rimane il metro essenziale col quale tutti i Rotariani misurano il comportamento etico. Ricordiamole:

Ciò che penso, dico o faccio:

  1. risponde a verità?
  2. è giusto per tutti gli interessati?
  3. promuoverà buona volontà e migliori rapporti d’amicizia?
  4. sarà vantaggioso per tutti gli interessati?”

L’azione professionale è dunque l’essenza stessa del Rotary. Seguendone il dettato ciascuno di noi diventerà nel tempo un vero rotariano, sempre più degno della spilla che orgogliosamente indossiamo.

Mauro

DAL ROTARY CLUB BOLOGNA GALVANI
Prossime Riunioni
11 gennaio ore 20.45 su piattaforma ZOOM
 
SITUAZIONE CONGIUNTURALE E PROFILI STRUTTURALI DELL’ECONOMIA DELL’EMILIA-ROMAGNA: I RISULTATI DELLE ANALISI PIÙ RECENTI DELLA BANCA D’ITALIA
Dr Maurizio Rocca
Direttore della Sede di Bologna della Banca d’Italia

Nella relazione verrà Illustrata, aggiornata e commentata, la nota congiunturale sull’economia regionale che la Sede di Bologna ha presentato a metà novembre 2020 prossimo.

18 gennaio ore 20.45 su piattaforma ZOOM

C’ERA UNA VOLTA… IL BIO!
Dr Roberto Zanoni 
Presidente Assobio

Come è nata e si è sviluppata la catena di supermercati biologici NaturaSì: breve percorso dalle origini ai giorni nostri.
Situazione attuale del mondo “bio” in Italia e all’estero: un mercato in forte evoluzione in risposta all’interesse dei consumatori e agli stimoli delle nuove proposte della Commissione Europea.

25 gennaio ore 20.45 su piattaforma ZOOM

VACCINI IN TEMPO DI PANDEMIA
Dr.ssa Mariagrazia Pizza
Senior Scientific Director
Bacterial Vaccines, GSK


Le nuove tecnologie utilizzate nello sviluppo di vaccini Covid: la risposta immunitaria indotta e la capacità degli anticorpi di neutralizzare il virus. I tempi di sviluppo di un vaccino grazie alle nuove tecnologie e le preziose esperienze maturate, al momento, nella lotta a questa pandemia.
1 febbraio ore 20.45 su piattaforma ZOOM

LA PELLE LO SA, IL CUORE LA SENTE
Dr.ssa Ludovica Donati

Cos’è l’APIAFCO – Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza – e come opera per diffondere una corretta informazione sulla psoriasi e per difendere i pazienti che ne sono affetti. I progetti dell’Associazione e il ruolo svolto dal “community manager” nell’ambito dell’attività della Fondazione.
Auguri a...
Tanti auguri di buon compleanno a:

AMATO FABRIZIO il giorno: 4/1
PALMIERI MARCO il giorno: 8/1
TESTA GABRIELE il giorno: 22/1
RANDONE GREGORIO il giorno: 27/1
DAL DISTRETTO 2072 E DAL ROTARY INTERNATIONAL
Lettera del Governatore gennaio 2021
Ing. Adriano Maestri, DG Distretto 2072


Cari Amici, è iniziato il nuovo anno.

Tutti noi confidavamo che le festività portassero via definitivamente lo sciagurato 2020 ma purtroppo il Virus non è stato ancora sconfitto, anzi, la nostra attenzione deve essere ancora massima per tutelare la nostra salute e quella delle persone con cui abbiamo costanti rapporti, specie i più deboli...
Messaggio Presidenziale di gennaio 2021
Holger Knaack P.I. 2020/2021

Finalmente siamo a gennaio! Guardando in avanti al 2021, non dovremmo soffermarci solo sui prossimi 365 giorni. State già riflettendo su quello che farete nel 2022, 2023 e oltre? Certamente non possiamo prevedere il futuro, ma possiamo instradarci sul sentiero che vogliamo seguire. Io penso sia importante che ogni Rotary club abbia una riunione strategica almeno una volta all’anno.

La Fondazione Rotary riceve il Top Rating da Charity Navigator per 13 anni consecutivi

Per il tredicesimo anno consecutivo, la Fondazione Rotary ha ricevuto il rating più alto - quattro stelle - da Charity Navigator, un'agenzia di valutazione indipendente delle organizzazioni di beneficenza negli Stati Uniti.
La Fondazione Rotary ha ottenuto il riconoscimento per aver dimostrato sia un solido stato di salute finanziaria che l'impegno per la responsabilità e la trasparenza. Solo l'1% delle organizzazioni valutate da Charity Navigator ha ricevuto 13 valutazioni consecutive con 4 stelle.

Il Rotary e il Governo degli Stati Uniti sostengono la lotta dell’Italia contro il COVID-19

ROMA, Italia (dicembre 4, 2020) — Di fronte all’aumento delle infezioni in Italia, il Rotary e il Governo degli Stati Uniti, attraverso l’Agenzia degli Stati Uniti d'America per lo sviluppo internazionale (USAID), si stanno impegnando per sostenere la risposta del Paese al COVID-19 e le iniziative di recupero.
Nell’ambito della partnership di 18 mesi, l’USAID elargirà 5 milioni di dollari alla Fondazione Rotary – l’ente filantropico del Rotary.

ShelterBox conferisce al Rotary il premio Global Humanitarian Service

ShelterBox ha conferito al Rotary International il suo primo Premio Global Humanitarian Service, in riconoscimento dell'eccezionale partnership del Rotary nel corso degli anni durante l'evento virtuale per il suo XX anniversario lo scorso 12 novembre.

BOLOGNA, O CARA...
(Un omaggio alla nostra città a cura del Prof. Franchino Falsetti)

Natura morta, 1948

“Bologna ha un grande artista, il pittore Giorgio Morandi: che ha fame, come dicono, internazionale; ma è anche una figura quale solo la provincia italiana (e non quella francese) può tenere legata a se stessa e alle sue abitudini.
Morandi è attaccato a Bologna, o meglio si acquatta dentro Bologna, una città che, come ho scritto, ha il suo segreto. Schivo, ritroso, esile, lo sguardo dolce, di una dolcezza però mal definibile e sfuggente, una frangetta grigia che scende a metà della fronte quasi per accentuarne il carattere monacale, mi aspetta a casa sua al crepuscolo.
Intorno ai suoi lavori (acqueforti, paesaggi, e soprattutto innumerevoli composizioni di vecchie bottiglie) la critica ha formato una retorica sommessa; si è parlato della pazienza, della umiltà e delle rinunce di un monaco; si è citato il Petrarca, il cui Canzoniere contiene il ricordo d’un solo amore (le bottiglie di Morandi) con infinite variazioni.
La casa del monaco, stile tardo Ottocento, mi è stata aperta; osservo la sala da pranzo col ritratto della madre giovane; la camera da letto delle due sorelle nubili, due letti di ferro appaiati, i fiori giovanili di Morandi ai muri, semplici, evanescenti come acquerelli. Questa camera dai due letti serve anche di passaggio per giungere nello studio. Qui un altro lettino, e i modelli: gruppetti di bottiglie e di scatole polverose, via via disposte in diverse combinazioni, ed eternamente ritratte”.

Guido Piovene, Viaggio in Italia, Milano, Mondadori, 1957

Spigolature
Ricordando il mitico Zanarini


“[..] Il bar Zanarini, che chiamavamo confidenzialmente Zanaro, è stato il vero protagonista di quel periodo, con la sua noia, la sua vacuità, i suoi pettegolezzi, la sua esteriorità e la schiacciante inconsistenza delle sue giornate. Quel bar ci alleggeriva dal peso dei nostri affanni giovanili, ci regalava svago e fantasia, questo era ciò che volevamo. Per alcuni rappresentava una seconda famiglia, dove spesso si sentivano meno soli che nell’altra.
Era una tappa importante della giornata, un’immersione nella teatralità della vita che ci offriva la possibilità di andare in scena, mescolarci ai protagonisti di quello spettacolo e recitare anche noi una parte.
Sognavamo la magica Roma che ci aveva fatto conoscere Fellini in quel lontano 1960, la sua via Veneto, il Cafè de Paris, la famosa “dolce vita” il cui mito era rimasto sempre vivo nel nostro immaginario, con il suo mondo luccicante, le sue feste con donne bellissime e i suoi playboy dediti alla continua ricerca del piacere. Noi, da bravi provinciali, cercammo di imitarli in tutti i modi e a tutti i costi e qualche volta, in un eccesso di zelo, qualcuno riuscì perfino a superarli”.

Franco Sangiovanni, Andavamo da Zanarini. Amici e dintorni., Bologna Pendragon, 2016

Redatto dal Rotary Club Bologna Galvani, Comm. Amministrazione del Club
Per saperne di più seguiteci su:
Website
LinkedIn
Facebook
YouTube
Copyright © 2021 Rotary Club Bologna Galvani.
club@www.rotarybolognagalvani.org
www.rotarybolognagalvani.org

Vuoi non ricevere più queste e-mail?

Email Marketing Powered by Mailchimp