Copy
Pensavo fosse amore e invece era un calesse. Però caruccio, tutto sistemato benino.
Leggi questa e-mail nel tuo browser

Festeggia! Ce l'hai fatta!

Ciao *|FNAME!*!
Non ti sto prendendo in giro e il mostro del pensiero positivo non si è impossessato di me, dammi fiducia e continua a leggere. 

Devi sapere che il mese scorso già pregustavo quando ti avrei scritto questa newsletter, perché il tema sarebbe stato "successo", e l'avevo interpretato come una previsione del futuro.
Già mi vedevo: seduta sul mio divano di pelle - ovviamente finta-o-riciclata-ma-sembra-vera e quindi costosissima - ad accendermi i sigari con le banconote da 100€. Un po' ci avevo creduto davvero (né al divano né ai sigari, per la verità, però al "successo" sì).

Poi oggi ho riguardato bene il testo che mi fa da guida per le newsletter - giusto perché non avevo a portata di mano il sigaro da accendere, eh, mica per altro.

E in realtà c'è scritto "giugno --> celebrate! you've done it!" (Ed ecco spiegato il titolo).

Oh bene, quindi non occorre proprio parlare di successo economico, anche per questo mese avrò qualcosa da dire! (ehm)

Ti racconterò quindi le cose per cui festeggerò a giugno, e lo farò qui sotto, vuoi farlo anche tu? Sì, dai! Puoi scriverlo a me, come sempre e come sempre sarò felice di leggere, oppure puoi scriverlo solo per te. 

Qualche suggerimento

Vale la pena fare questo esercizio? Secondo me sì (se no non sarei qui a dirtelo), perché spesso il tarlo delle cose che potrebbero andare meglio fa più rumore della farfalla di quelle che invece funzionano alla grande, quindi dai, fai anche tu un bell'elenco, ti do qualche dritta:
  • Scrivilo. Su carta, su pc, dove vuoi, ma non pensarle solo, le cose belle che hai fatto quest'anno. Vederle lì belle in mostra fa tutto un altro effetto: diventano più vere.
  • Pensa a te. Questo non è un elenco della gratitudine, non scrivere "sono grata per il mio gattino che da gennaio a giugno non ha ancora cercato di uccidermi tutte le notti". Scrivi cose di cui tu sei protagonista e attrice o attore, non spettatrice (o spettatore).
  • Se il 2018 sta facendo proprio schifo hai due possibilità, secondo me. Sforzarti di trovare qualcosa di bello in ogni caso, oppure pensare di cercarlo da oggi in poi. In ogni caso, inizia da roba piccola (hai portato a passeggio il cane, ti sei raccolta un fiore, stanotte hai dormito bene): so come sono difficili quei periodi lì, in cui le cose importanti stanno andando male. Concentrati su qualcosa che fai e ti fa bene, potrebbe venirti voglia di farlo di più.

Ed ecco il mio elenco

Cosa da festeggiare numero 1: sono sopravvissuta al 2017.
Nel 2017 le cose sarebbero potute andare meglio, non sono stata fortunatissima, ma nel 2018 vedo i piccoli cambiamenti positivi che mi aspettavo. Evviva!
Cosa da festeggiare numero 2: il 2018 sta andando come volevo andasse il 2017.

Cosa da festeggiare numero 3: ho compiuto 40 anni
È un numero figo, tondo, tanti anni fa ci hanno fatto anche un film "I miei primi 40 anni". Ci sono arrivata e già è un successo, e credo di poter anche sostenere di esserci arrivata bene. 
Ecco qua le mie rughette, il mio primo capello bianco (che per la verità non vede nessun altro oltre a me e mia mamma), ma anche la sicurezza in me, l'assertività. E poi ci sono cose che sono sempre state e sono ancora lì: il mio sorriso sincero, il mio ottimismo, la mia tenacia.

Cosa numero 4: a gennaio mi è arrivata la liquidazione (il TFR) del lavoro da dipendente e io l'ho investita tutta in una psicoterapia.
Festeggio, sì che festeggio, perché penso che per chi fa un lavoro come il mio sia fondamentale conoscersi bene, sapere quali sono i meccanismi che ci fanno muovere e quali interruttori ci fanno saltare la corrente.
Fare una psicoterapia è una figata, anche per chi crede di conoscersi già abbastanza perché come me ha lavorato tanto su di sé. Da soli non si riesce a fare tutto, da soli non si riesce a vedere tutto.
A volte è anche una fatica, ma ne vale la pena.
Senti, io mi fermo qui. Questa newsletter è stata tanto di affari miei, però spero davvero che ti venga voglia di fare quell'elenco e farlo vedere a qualcuno (io sono qui se vuoi eh!)

Ci sentiamo a luglio, oppure se vuoi ad uno dei miei eventi di giugno.

Un abbraccio,

Monja
Contatti
Monja Da Riva
Tel: 328 417 6604
E-Mail: monja@perlavitachescegli.it

http://www.perlavitachescegli.it
Dove e quando
Centro Servizi Navacchio
via Sant'Antioco 15
Cascina (PI) (loc. Navacchio, zona Ipercoop)

Lunedì, Martedì, Giovedì 9.30-19

Solo su appuntamento


Guarda i prossimi eventi per sapere dove altro puoi trovarmi
E se vuoi che venga nella tua città scrivimi: organizziamo!
Sito Web
Facebook
YouTube
Copyright © 2018 Per la vita che scegli, All rights reserved.


Vuoi modificare le impostazioni riguardo questa newsletter?
Puoi aggiornare le tue preferenze, per ricevere anche i post del blog e gli eventi o disiscriverti dalla lista (un po' mi dispiacerà, ma se è davvero quello che vuoi...)

Email Marketing Powered by Mailchimp