Copy

 

Ieri in Italia è uscito House of Gucci di Ridley Scott e devo organizzarmi per andare a vederlo, possibilmente in lingua originale.

Anzi, sicuramente in lingua originale.

Il mio cinema di zona proietta solo film doppiati in italiano. Nel centro di Roma alcuni cinema, dalla riapertura post-Covid19, hanno iniziato a proporre diversi giorni e orari di programmazione in versione originale. La ragione di questa scelta credo sia stata dovuta al fatto che dopo la pandemia ci si era abituati a vedere i film in streaming e in molti hanno scoperto la grande bellezza della lingua d'origine del film.

Ma torniamo a House of Gucci.

Le polemiche sull'accento di Lady Gaga hanno imperversato sui social (e addirittura come argomento di conversazione durante qualche cena in piedi), dopo la sua partecipazione alla trasmissione televisiva Che Tempo Che Fa, in onda la domenica sera su Rai 3, durante la quale ha parlato dell'eccellente lavoro fatto dalla sua acting coach Beatrice Pelliccia, che ha ringraziato pubblicamente.

Gaga e Pelliccia hanno ricostruito (quasi filologicamente) la lingua della protagonista, Patrizia Reggiani, partendo dal suo luogo di nascita fino ad arrivare all'accento marcato che sentiamo nel film.

In molti hanno criticato questo accento (e l'enorme lavoro svolto dalle due professioniste) e la cosa incredibile sapete qual è?

Se Lady Gaga non avesse parlato di questa cosa durante una seguitissima trasmissione televisiva, probabilmente nessuno se ne sarebbe reso conto, perché in Italia i film al cinema sono doppiati in italiano e molto spesso la lingua del doppiaggio è un italiano standard e senza accento (che in alcuni casi appiattisce le differenze geografiche e sociali della versione originale del film).

Provate a vedere i due trailer di House of Gucci, in originale e in italiano, e poi mi direte.


 

Nuovi contenuti

Scrivere e creare contenuti didattici mi piace e ovviamente mi piace insegnare e studiare per tenermi aggiornata per fare in modo che i miei studenti possano imparare su materiali sempre più vicini al loro contesto di vita e di apprendimento. 

Sebbene mi diverta a ricercare, rielaborare e creare, tutto questo ha un costo (soprattutto in termini di tempo da investire).

Ho deciso quindi di creare dei contenuti a pagamento. Ve lo spiego meglio qui.

 

Vecchi contenuti

Continuerò a scrivere anche brevi contenuti non a pagamento, e naturalmente i vecchi restano disponibili.

Tra questi, ne ho scelto uno in particolare per questa newsletter, articolo e attività didattiche per livello C1. Lo trovate qui.

 

Un anno di ramarri marroni

 

Tra settembre 2020 e settembre 2021 su Spotify sono stati aggiunti circa 1,5 milioni di nuovi podcast, con un aumento dell'85% rispetto all'anno precedente, portando a oltre 3 milioni i podcast disponibili, oltre il 2.500% rispetto al 2018.

Un fenomeno che è letteralmente esploso se pensiamo che  più di 84 milioni di persone nel mondo hanno ascoltato un podcast per la prima volta proprio in questo periodo d'osservazione.

In Italia Spotify ha registrato un’espansione del catalogo in lingua italiana dell’89%,  con la produzione di nuovi titoli di ogni genere e dedicati ai temi più disparati. 

Italiano della Finanza è presente sia nel catalogo Spotify che su altre piattaforme.

In questi mesi ho scritto testi che
Marco Chiappini ha tradotto in podcast con la sua voce e più di qualche volta mi sono beccata un cazziatone da lui.  Conoscete questa espressione molto informale: "beccarsi un cazziatone"? Vuol dire ricevere un rimprovero. 

E in effetti Marco aveva ragione perché non mi rendevo conto che in una stessa frase usavo troppe parole con la lettera r, che ovviamente non facilitavano il suo lavoro di lettura ad alta voce per la registrazione. 

Così, tutte le volte che finiva di registrare, mi mandava un resoconto semiserio dei ramarri marroni su cui era inciampato.

I podcast sono
qui, ascoltateli e segnatevi tutti i ramarri marroni che trovate. Ma niente cazziatoni per favore!

Se non le hai ricevute, leggi qui le newsletter precedenti

Arrivederci! 

Share Share
Forward Forward






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Anna Quaranta · Via Alessandro Piola Caselli 165 · Lido Di Ostia, RM 00122 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp