Copy
Newsletter mensile, anno 15 n.11
Maggio: Mese dell’Azione per i Giovani
LETTERA DEL PRESIDENTE DEL CLUB

Cari Amici,
maggio è il mese dedicato all’Azione per i Giovani, lo Youth Service Month, come lo definisce il Rotary, che scrive testualmente: “Crediamo nello sviluppo della prossima generazione di leader. I nostri programmi aiutano i leader più giovani a sviluppare capacità di leadership, espandere l'istruzione e apprendere il valore del servizio”.

La nostra azione in favore dei giovani si articola su diversi tipi di intervento, fra i quali:
  • I club Interact: riuniscono giovani di età compresa tra 12 e 18 anni per sviluppare capacità di leadership e conoscere il mondo attraverso progetti e attività di servizio,
  • Ryla e Rypen: programma di sviluppo della leadership per i giovani che vogliono apprendere nuove abilità, costruire la loro fiducia e divertirsi. Gli eventi vanno da seminari di un giorno a campi di una settimana.
  • Lo Scambio Giovani: il programma che costruisce la pace un giovane alla volta. Gli studenti imparano una nuova lingua, scoprono un'altra cultura e diventano veramente cittadini globali. Gli scambi per studenti di età compresa tra i 15 ei 19 anni sono sponsorizzati dai Rotary club in più di 100 paesi.
Parlando del nostro club, non posso negare che la pandemia in corso ha inciso sui programmi giovani che avevamo messo a punto all’inizio dell’annata rotariana. Per esempio, abbiamo dovuto rinviare per la seconda volta il progetto ‘Creatività artistiche a confronto’ ideato e realizzato dal socio Prof. Falsetti, concorso che sarebbe giunto alla sua decima edizione; così come abbiamo rinviato il progetto di raccolta fondi a favore dell’Ageop poiché prevedeva eventi non autorizzati in tempo di pandemia.

Tuttavia, nonostante le oggettive difficoltà, gran parte del programma del nostro anno è stato fortemente incentrato sui giovani; ricordo infatti i seguenti service:
  • Autismo: abbiamo realizzato un progetto con l’obiettivo di favorire l’autonomia dei giovani affetti da disabilità, quale l’autismo, negli spostamenti quotidiani attraverso l’inserimento graduale di tecnologie mobile e di geolocalizzazione
  • Fondazione S. Orsola: abbiamo contribuito alla realizzazione del “Giardino  della Cura” ovvero di un giardino terapeutico per i bambini e ragazzi ricoverati nel reparto di pediatria dell’Ospedale Sant’Orsola, per aiutarli a ritrovare forza e serenità nel contatto con la natura.
  • Acqua: abbiamo promosso e finanziato insieme agli altri club del Gruppo Felsineo il progetto “l’acqua salva la vita”, ovvero un concorso artistico in cui i ragazzi dell’Isart di Bologna coordinati dalla nostra socia Prof. Maria Grazia Diana hanno realizzato elaborati artistici sul tema dell’uso consapevole dell’acqua e sui danni prodotti all’ambiente dall’inquinamento di mari e fiumi per via dell’eccessivo consumo della plastica. Per questo progetto abbiamo avuto anche il sostegno di Hera spa che ha voluto donare 400 borracce ai giovani studenti.
  • Rotaract: abbiamo sostenuto i progetti del nostro Rotaract, l’uno rivolto ai  ragazzi del liceo a favore di una maggiore diffusione della lettura durante l’adolescenza e l’altro quale contributo all’associazione “Agito”, che opera a favore delle famiglie di bambini e adolescenti affetti da tumori ossei.
Con amicizia,
Mauro
ROTARY CLUB BOLOGNA GALVANI
Riunioni del Club

3 maggio ore 20.45

COMMERCIO, TURISMO, SERVIZI E P.M.I. COME RIPARTIRE NEL DOPO COVID-19

Dr Claudio Babbini
Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia Bologna

Nella Città Metropolitana di Bologna in quale modo le imprese del Terziario potranno tornare a svolgere il proprio lavoro e produrre occupazione, sviluppo e benessere. (Sintesi della serata nella sezione Notizie)

10 maggio ore 20.45 su piattaforma Zoom
Video-Conviviale aperta a famigliari e ospiti

LE SFIDE DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA E TECNOLOGICA NELLE STRATEGIE DI MARKETING DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI

Prof. Dott. Giulio Malorgio
Professore ordinario di Marketing dei prodotti agroalimentari presso l’Università di Bologna

Il sistema agroalimentare si trova di fronte a nuove ed importanti sfide: tecnologiche, ecologiche e salutistiche. Le imprese agroalimentari sono sollecitate a mettere a punto strategie innovative di marketing utili a soddisfare le crescenti richieste dei consumatori e a mantenere inalterata la vitalità economica e la sostenibilità ambientale e sociale.

18 maggio ore 19 su piattaforma Zoom
Riunione in interclub con i RC Gruppo Felsineo, RC Cesena, RC Valle del Savio

DOVE ERAVAMO RIMASTI

Relatore:
Dr Gabriele Canè

Presentazione del Libro Dove eravamo rimasti (Ed. Minerva). Intervista all’Autore Michele Brambilla, Direttore QN.

24 maggio ore 21 su piattaforma Zoom

I PROGETTI 2020/2021 DEL NOSTRO CLUB

Il Presidente Mauro e la Presidente della Commissione Progetti Dott.ssa Clotilde La Rocca informeranno i soci sui progetti di servizio svolti od in via di completamento del nostro club nella corrente annata rotariana.

1 giugno ore 21 su piattaforma Zoom
Interclub dei Rotary Felsinei

PREMIO ROTARIANO GIARDINA

Cerimonia di Premiazione

Il Premio, dedicato a Nardo Giardina (nella foto), illustre rotariano ginecologo e jazzista, è rivolto – in collaborazione con il conservatorio di Bologna G.B. Martini – a studenti musicisti jazzisti, particolarmente meritevoli.

3 giugno ore 19 su piattaforma Zoom
Interclub Gruppo Felsineo Area 1

INCONTRO COL GOVERNATORE DISTRETTUALE
Ing. Adriano Maestri

Il Premio, dedicato a Nardo Giardina (nella foto), illustre rotariano ginecologo e jazzista, è rivolto – in collaborazione con il conservatorio di Bologna G.B. Martini – a studenti musicisti jazzisti, particolarmente meritevoli.

Altri eventi e riunioni rotariane

RYLA 2020/2021 – XXXVIII edizione RYLA 

Possono partecipare al programma R.Y.L.A. (Rotary Youth Leadership Awards) giovani di età compresa tra i 18 ed i 26 anni, in possesso di validi requisiti come serietà e cultura, scelti dai Rotary Club per la loro potenziale attitudine alla leadership in ottica di etica Rotariana.

Informazioni dettagliate qui

ASSEMB. DISTRETTUALE
29 maggio 2021 ore 9,30

DGE STEFANO SPAGNA MUSSO

Programma

 

Auguri a...
Tanti auguri di buon compleanno a:

GUIDA GIAMPAOLO: 2/5
FALSETTI FRANCHINO: 21/5
RONCHI RICCARDO: 23/5
FERLINI ALESSANDRA: 24/5
CAPELLI MARINO: 30/5
DELLI MARIA FRANCESCA: 31/5

DAL DISTRETTO 2072 E DAL ROTARY INTERNATIONAL
Lettera mensile del Governatore
Ing. Adriano Maestri, DG Distretto 2072

Carissimi soci, 
il mese di maggio è iniziato con i migliori auspici: innanzitutto il Convegno Dante e Jung – un dialogo a distanza, è stato un successo! oltre 1.400 prenotazioni con altrettanti che si sono succeduti nella partecipazione, presenza media vicina a 700, presenza minima nelle ore più difficili ben 550 e commenti in chat e successivi sempre e solo di compiacimento ma soprattutto Relatori eccellenti...

Messaggio mensile del Presidente Internazionale
Holger Knaack P.I. 2020/2021

Per anni, Susanne ed io abbiamo ospitato studenti di Scambio giovani del Rotary a casa nostra. Il programma è stato la nostra porta d’ingresso al Rotary per me, e mi sta davvero a cuore. Quando i programmi di Scambio giovani del Rotary sono stati sospesi a causa di COVID-19 per proteggere gli studenti e le famiglie, eravamo spiaciuti, specialmente per i partecipanti, poiché questi sono anni che non si possono ripetere.

Progetti di servizio eco-compatibili in tutto il mondo

Nel corso degli anni, il Rotary ha realizzato migliaia di progetti per proteggere l'ambiente. Negli ultimi cinque anni abbiamo stanziato 18 milioni di dollari per progetti che aiutano il nostro pianeta. I membri hanno ancora più opportunità di concentrarsi su questioni che sono importanti per loro, ora che l'ambiente è una delle cause su cui ci concentriamo. Ecco i modi in cui i soci del Rotary stanno già sostenendo l'ambiente.

Cos’è una catena del freddo per i vaccini?

Uno sforzo di vaccinazione di massa a livello mondiale è fondamentale per sconfiggere la pandemia COVID-19, ma la logistica per farlo è incredibilmente complessa. Due dei fattori più complicati? Stoccaggio e trasporto.  

La distribuzione delle dosi di vaccino è molto più complicata che mettere semplicemente le fiale in una scatola e caricarle su un camion. Dal momento in cui un vaccino lascia il produttore fino al momento in cui viene somministrato a un paziente, deve essere mantenuto in condizioni ideali e altamente specifiche. Ad esempio, il vaccino COVID-19 di Pfizer.

BOLOGNA, O CARA...
(Un omaggio alla nostra città a cura del Prof. Franchino Falsetti)

La Madonna di San Luca e Bologna

“La storia dell’Immagine della Madonna di San Luca è la storia di otto secoli di devozione mariana bolognese che si prolunga nel presente e si proietta nel futuro; perciò, conoscere tale storia è istruttivo e proficuo. […]

L’Immagine della Madonna detta “di San Luca” è un dipinto su tela applicata su una tavola di legno (cm. 65x57), raffigurante la Vergine, a mezzo busto, con in braccio il Bambino in atteggiamento benedicente. Le caratteristiche di questa pittura la fanno collocare nella categoria delle Madonne bizantine o bizantineggianti dette “Madonne di San Luca”, e la datano tra la fine del XII e il principio del XIII secolo. 

È necessario ricordare che una tradizione cristiana risalente al VI secolo attribuisce all’evangelista Luca di aver dipinto un’immagine della Vergine Maria detta Hodighitria (“guida, conduttrice") che si conservava nella chiesa ton Odegòn (cioè di coloro che guidavano le truppe, gli strateghi) a Costantinopoli.[…] L’Immagine attribuita a San Luca fu distrutta dai turchi nel 1453 ma esistono numerosissime copie di varie epoche che vanno sotto il nome di Madonne di San Luca (almeno seicento in Europa e nell’Oriente cristiano). 

Anche l’immagine venerata nel Santuario del Monte della Guardia è dunque una “Madonna di San Luca”, cioè una raffigurazione che ripete i tratti e le caratteristiche dell’antico e perduto prototipo attribuito all’evangelista Luca; ma la Madonna che noi oggi vediamo non corrisponde in tutto all’immagine dipinta originariamente sulla nostra tavola, poiché è un parziale rifacimento di una analoga e precedente pittura. 

Le indagini radiografiche e stratigrafiche eseguite nel 1991 hanno accertato che al di sotto dell’immagine attuale ne esiste un’altra, assai più antica, assegnabile all’ambito bizantino e di alta qualità formale. 

Pertanto, la leggenda tramandata in ambiente bolognese, secondo, la quale la nostra “Madonna di san Luca” sarebbe stata portata a Bologna da Costantinopoli, ha ricevuto dall’esame scientifico dell’Immagine una inaspettata conferma. […]”.

Mario Fanti, La Madonna di San Luca e Bologna, Otto secoli di storia e di fede, Chiesa di Bologna, 1994

Spigolature...
Ricordi fra due secoli di Augusto Majani (Nasìca)

Carducci 1885 (Nasìca)

“[…] Ricorderò prima di tutto la mia prima conoscenza – che direi spirituale perché la sua figura fisica m’era già ben nota – con Giosuè Carducci, quando per la morte di Garibaldi tenne il mirabile discorso commemorativo al teatro Brunetti di Bologna.

Il mattino del 3 gennaio 1882 gli alunni di tutte le scuole appresero che le lezioni erano sospese per lutto nazionale; e, sollecitati da qualche insegnante, si recarono ad ascoltare la parola del poeta. Tra quegli alunni mi trovavo anch’io. Le autorità cittadine affollavano il palcoscenico quando dal proscenio a sinistra si presentò l’oratore. Al suo apparire il pubblico applaudì calorosamente, provocando in lui una concitata disapprovazione, espressa prima con energici gesti, poi con severe parole ammonitrici. Egli disse di considerare grave profanazione l’acclamazione a lui rivolta in un momento di così grave lutto per la Patria.

Dopo che iniziò il discorso con voce rauca, dimostrandosi, alle prime frasi, incerto, quasi impacciato: evidente conseguenza della grande commozione che non riusciva a dominare. Ma presto le sue magnifiche doti di oratore prevalsero fino a raggiungere così eccelse altezze di poesia, da provocare il noto scatto di Enrico Panzacchi, che, dimentico o non curante dell’intimazione precedente, si alzò per applaudire entusiasticamente, seguito dagli unanimi e altrettanto entusiastici applausi del pubblico. Questa volta però le approvazioni non irritarono il Poeta, e le parole d’epilogo portarono al massimo la commozione di quel memorabile mattino. […]”.

Augusto Majani (Nasìca), Ricordi fra due secoli, memorie illustrate di un caricaturista bolognese, presentate da Giuseppe Lipparini, Casa Editrice “Accademia”, Milano, 1950

Redatto dal Rotary Club Bologna Galvani, Comm. Amministrazione del Club a.r. 2020-2021
Per saperne di più seguiteci su:
Website
LinkedIn
Facebook
YouTube
Copyright © 2021 Rotary Club Bologna Galvani.
club@www.rotarybolognagalvani.org
www.rotarybolognagalvani.org

Vuoi non ricevere più queste e-mail?

Email Marketing Powered by Mailchimp