Copy
Newsletter mensile, anno 16 n.10
Aprile: Mese dedicato alla salute materna e infantile
LETTERA DEL PRESIDENTE DEL CLUB

Cari amici,

ad aprile il Rotary rivolge la sua attenzione alla salute materna e infantile.
Purtroppo l’OMS valuta che il 50% delle persone che non hanno accesso alle cure, che sono stimati in circa 400 milioni, sono donne e bambini.

Le donne non hanno assistenza prenatale e questo porta ad avere un tasso estremamente alto di mortalità infantile, alimentando un circolo vizioso che porta le donne ad avere più figli, visto l’elevato numero di bambini che muoiono, aumentando anche il tasso di mortalità materna.

Questo tema è molto importante e di grande impatto socio- economico, oltre che da un punto di vista umano. Non bisogna dimenticare che questo fenomeno è strettamente connesso alla povertà, alla scarsa considerazione dei diritti delle donne. I bambini di oggi saranno gli uomini di domani e noi, come rotariani, abbiamo il dovere di proteggere e salvaguardare la loro salute per renderli liberi dalle malattie e più forti per affrontare il mondo.

Il Rotary dona nuove incubatrici, monitor e altre attrezzature che permettono ai medici di salvare la vita di molti neonati in tutto il mondo. Questo tema è compreso in una delle aree prioritarie del Rotary ed è di grande attualità perché riguarda non solo i paesi del terzo mondo, ma anche altre realtà duramente colpite dalla crisi economica che riservano sempre meno risorse alla salvaguardia della salute delle mamme e dei bambini.

Il Rotary realizza programmi di educazione sanitaria, campagne di vaccinazione, sempre nella speranza di rendere più accessibile a tutte le donne il diritto alla salute, dando loro consapevolezza dei loro diritti.

Noi rotariani dobbiamo essere protagonisti, ognuno con la propria professione, in queste iniziative volte a migliorare la salute materno-infantile. Non posso non fare neanche un accenno alla tragedia umana che si sta consumando in Ucraina e sul bisogno di aiuto che ha questa
popolazione.

Arrivano in Italia moltissime persone, soprattutto donne e bambini che sono scappati da una situazione terribile e che hanno lasciato i loro affetti, mariti, padri ,tutto quello che possedevano e che hanno bisogno di tutto.

Tanti sono i modi per poter aiutare ed essere vicini a questa popolazione che si trova a vivere un vero incubo. Credo che tutti assieme, noi amici del Galvani, possiamo e dobbiamo portare un aiuto concreto a queste persone.

Un caro saluto,
Claudia
ROTARY CLUB BOLOGNA GALVANI
Riunioni del Club

Lunedì 4 aprile - 20:15
Hotel Savoia Regency

IL FAI DALLA TUTELA DEI BENI ARTISTICI STORICI E CULTURALI ALL’ATTENZIONE ALL’AMBIENTE

Carla Di Francesco
Presidente Regionale FAI Emilia Romagna


Dopo il “Salvailsuolo” e il “Salvalacqua” il FAI si impegna una nuova campagna di sensibilizzazione e attivazione sul cambiamento climatico: “Faiperilclima”. Un programma di iniziative per diffondere consapevolezza della crisi climatica. Gli effetti sempre più evidenti e drammatici del riscaldamento globale riguardano la nostra vita e l’ambiente in cui viviamo, di cui siamo parte attiva e responsabile. Il cambiamento climatico minaccia gli ecosistemi naturali, la biodiversità e le colture tradizionali, ma anche i paesaggi urbani e i monumenti storici, la salute dell’ambiente e la nostra.

Sabato 9 aprile - 20:15
Stabilimento ROMACO
Romaco S.r.L.
Via del Savena, 22, 40065 Pianoro BO.
Conviviale aperta a famigliari e ospiti

VISITA ALLO STABILIMENTO ROMACO

Direttore Generale ROMACO

Il ns.socio Ing.Nicola Magriotis effettuerà una illustrazione delle attività che avvengono nel nuovo stabilimento dell’azienda che dirige.
Al termine della visita, verso le 12.15, potremo gustare un aperitivo nel bel giardino di ROMACO

Canale YouTube Club

Visitate la nostra pagina Youtube dove possiamo rivedere i video del Club e le serate su Zoom registrate

Dal nostro Rotaract

Aprile sarà un mese pieno di eventi: il 14 abbiamo l’ultima conferenza del ciclo “Diritti e Democrazia,” il 21 ospiteremo l’incoming rappresentante distrettuale, Maria Eleonora Mosca, e il 29 partiamo per un weekend in un agriturismo in Toscana; mi fa molto piacere tutte le nostre attività perché le organizziamo insieme e veniamo insieme come Club più che volentieri.

Carlee, Presidente Rotaract

Auguri a...
Tanti auguri di buon compleanno a:

ALAMPI GIULIA il giorno: 3/4
MINGUZZI ITALO il giorno: 7/4
PIZZA RENATO il giorno: 18/4
DE LA VILLE SUR ILLON ALESSANDRA il giorno: 19/4

DAL DISTRETTO 2072 E DAL ROTARY INTERNATIONAL
Lettera Governatore del Distretto 2072
Il mese di aprile è dedicato a questa importante area focus della nostra Fondazione; quello che è successo in Europa in questo periodo la rende estremamente attuale e presente anche nel nostro continente.
Già prima di questa guerra i dati forniti dalla Fondazione erano veramente allarmanti; ogni anno oltre 6 milioni di bambini sotto i 5 anni    muoiono a causa di malattie, malnutrizione, scarsa assistenza sanitaria e condizioni igienico sanitarie inadeguate; morbillo, malaria, polmonite, AIDS e malattie diarroiche sono le principali cause di morte.
Con la nostra Fondazione e con lo strumento dei Global Grant possiamo sviluppare o finanziare programmi che forniscono vaccinazioni ed antibiotici, promuovere una buona alimentazione e incoraggiare l’allattamento materno, includere attività nel campo dell’acqua, igiene e strutture sanitarie in quanto la dissenteria causata dalle acque non potabili peggiora la malnutrizione dei bambini.
Messaggio mensile del Presidente Internazionale
Shekhar Mehta P.I. 2021/2022

Amici, uno dei miei mantra nel Rotary è Fare di più, crescere di più. Sono sicuro che voi stiate adottando questo mantra. Fare di più, cioè progetti di service più grandi e d'impatto, e crescere di più, cioè aumentare il nostro effettivo.

C'è molto entusiasmo in tutto il mondo Rotary per il nostro impegno nell’iniziativa Ognuno ne porti uno. Ovunque io vada, i presidenti di club, i governatori distrettuali e i soci del Rotary - sia di lunga data che nuovi - esprimono apprezzamento per il fatto che i loro sforzi per l'effettivo stanno ispirando il mondo Rotary.

Stiamo crescendo di più, e non vedo l'ora di celebrare tutto questo successo con voi alla Convention del Rotary International a Houston a giugno. C'è ancora tempo per registrarsi e fare i vostri piani per unirvi a noi. Non vediamo l'ora di vivere un'esperienza unica che riunirà i nostri soci dopo un lungo periodo di distanziamento.

La rete del Rotary consente rapidi interventi umanitari per i rifugiati ucraini

La guerra in Ucraina sta avendo conseguenze devastanti sui civili, mentre le famiglie fuggono dalle loro case. Secondo le Nazioni Unite, oltre 3,5 milioni di persone, la maggior parte delle quali donne e bambini, hanno cercato rifugio nei Paesi vicini e in tutta Europa, mentre oltre 7 milioni di persone sono state sfollate nel territorio dell'Ucraina.

I club Rotary e Rotaract in Europa e in tutto il mondo sono intervenuti rapidamente e stanno collaborando con i soci dei Paesi vicini per fornire cibo, acqua, forniture mediche e alloggi ai rifugiati.
 

Nella foto: I soci del Rotaract Club di Klagenfurt-Wörthersee, Austria, raccolgono forniture mediche, cibo, sacchi a pelo e generatori da trasportare al confine polacco-ucraino per assistere le persone sfollate dal conflitto in Ucraina. [Rotary International]
BOLOGNA, O CARA...
(Un omaggio alla nostra città a cura del Prof. Franchino Falsetti)
Ex Manifattura Tabacchi – Via Riva Reno 72 – Bologna

“L’edificio insiste sull’area tra attuali vie delle Lame, Riva di Reno, Azzo Gardino, del Porto e del Rondone. La derivazione del Canale Cavaticcio dal fiume Reno risale al secolo XII. Nella metà del Cinquecento venne costruito il Porto sul Navile e nel 1787 il magazzino del sale detto Salara, per stivare il sale che arrivava in città dalle Saline di Cervia, su imbarcazioni trainate da cavalli lungo le rive del Po Primario e del Canale Navile.[…] Per costruire la Regia Manifattura Tabacchi avvenne una trasformazione, con costruzione di capannoni e magazzini dove prima avevano trovato spazio orti e frutteti. […] Aumentando l’importanza della Manifattura, ai primi del Novecento anche il complesso degli edifici venne trasformato: si abbatterono alcuni edifici e se ne ricostruirono altri. Un unico edificio centrale prese il posto delle vecchie casupole. La nuova facciata del fabbricato in stile jugend venne affidata nel 1906 all’ingegnere Gaetano De Napoli e, tuttora, risulta immodificata, anche se i bombardamenti della Seconda guerra mondiale aprirono numerose ferite allo stabile. La Manifattura fu mantenuta attiva fino al 1952. Negli anni ’60 la fabbrica fu trasferita nella periferia nord della città, in zona Fiera, nell’edificio costruito nel 1948 a firma di Pier Luigi Nervi. […] Dal 1996 venne avviato dal Comune di Bologna, in collaborazione con il gruppo Finanziaria Bologna Metropolitana, un secondo progetto di riqualificazione per tale area, attualmente chiamata Manifattura delle Arti di Bologna […]”.

Facciata stile Liberty – 1906
Spigolature…

La Rana che fece infuriare i francesi

 “L’abolizione della censura pontificia del 1859 scatenò la fantasia repressa della satira, che poté finalmente uscire allo scoperto pubblicando i suoi fogli satirici. Tra questi, si distinse la vena umoristica de “La Rana”, settimanale curato da Leonilda Gioannetti e dal disegnatore Augusto Grossi, in breve tempo assurto a un grado di successo che non poté più dirsi solo locale.
Nel gergo bolognese “rana” non è solo l’anfibio degli stagni, ma è soprattutto la mancanza cronica di denaro, l’essere irrimediabilmente “in bolletta”. […] “La Rana” era una pubblicazione snella: quattro pagine in tutto con giochi di parole, poemetti satirici, storielle, gossip, resoconti politici italiani e stranieri. E sarà proprio quest’ultima vocazione a scatenare veri e propri incidenti diplomatici internazionali con la Turchia e l’Austria (che addirittura vietò la vendita del giornale). In Francia se ne poteva trovare una versione tradotta, “ La Grenouille”, che il primo presidente della Terza Repubblica, Marie Joseph Louis Adolphe Thiers, si preoccupò prima di censurare e poi di sopprimere, a tutto danno della folta comunità italiana residente Oltralpe e nel Nordafrica.
“La Rana” continuerà imperterrita le pubblicazioni fino al 1912 nonostante l’addio di Grossi e i diversi impegni imprenditoriali che portarono Gioannetti a diventare anche proprietario del Teatro Contavalli”.

Erica Landucci, Passeggiata nel Liberty Bolognese, Paolo Emilio Persiani, Bologna,2020
Luca Baccolini, Le incredibili curiosità di Bologna, Roma, Newton Compton Editori, 2021
Nella foto: il settimanale satirico bolognese, fondato nel 1865
Redatto dal Rotary Club Bologna Galvani, Comm. Amministrazione del Club a.r. 2020-2021
Per saperne di più seguiteci su:
Website
LinkedIn
Facebook
YouTube
Copyright © 2022 Rotary Club Bologna Galvani.
club@www.rotarybolognagalvani.org
www.rotarybolognagalvani.org

Vuoi non ricevere più queste e-mail?

Email Marketing Powered by Mailchimp