Copy

The Age of Data

Se i dati e le informazioni sono il nuovo oro, dove sono le miniere e come si estrae?

You can have data without information, but you cannot have information without data." (Daniel Keys Moran, Computer Programmer)

La verità è che si è pensato a lungo che la disponibilità dei dati fosse la panacea di tutti i mali. Ma il dato, di per sé, non ha alcun valore se non si estrae la sua “intelligenza”, quell’informazione e quella conoscenza utili alla crescita del business e da cui si possono poi impostare attività e iniziative con un ritorno economico concreto.

Il 90% di tutti i dati esistenti nel mondo oggi è stato generato negli ultimi 18 mesi e la quantità di dati che stiamo creando continua ad aumentare rapidamente: entro il 2020, ogni persona creerà 7 MB di dati al secondo, creando nuove opportunità e nuove sfide come, ad esempio, quelle relative alla privacy.

Secondo alcuni esperti invece i big data sono morti, perché verranno sostituiti da dati in real time e significativi che aiuteranno le aziende a prendere le migliori decisioni nel momento giusto. Nella corsa per ottenere un vantaggio competitivo con altre imprese, la differenza non la farà chi avrà la quantità maggiore di dati ma chi efficacemente e rapidamente riuscirà ad analizzarli, trasformandoli in opportunità e creando valore.


Quale sarà il futuro dei Big Data? >>

L'approccio data-driven può aiutare le imprese a innovare?


Per le imprese che hanno già adottato una cultura aziendale data-driven e un business model innovativo fondato sulla data monetization, ciò che spicca sono percentuali elevate di risultati incoraggianti sul fronte dell’innovazione. Secondo i dati dell'Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence della School Management del Politecnico di Milano:

  • il 100% ha migliorato l’Engagement e la User Experience dei propri clienti;

  • il 91% ha registrato un aumento delle vendite;

  • il 78% ha ridotto i tempi dell’innovazione, quelli tra l’ideazione e la commercializzazione di un nuovo prodotto o servizio.


L'approccio Innovation Data-Driven >>

4 casi che dimostrano il potenziale di business dei dati

Retail

H&M sta iniziando a utilizzare l'intelligenza artificiale e i big data per trasformare radicalmente il modo in cui gestisce i suoi negozi: ottenere previsioni di vendita migliori e personalizzare i prodotti per ciascuno dei suoi 4.288 store.
 

Se prima la società faceva affidamento sul personale per individuare le tendenze della moda, ora, al fine di prevedere in anticipo i trend da tre a otto mesi, H&M sta analizzando i dati in maniera puntuale di blogpost, motori di ricerca e altre fonti.

Sport

La necessità di coinvolgere i tifosi, sempre più esigenti e protagonisti, ha indirizzato verso modelli di comunicazione focalizzati alla brand experience, basati su informazione e intrattenimento. 

Per esempio, il Bayern Monaco che, da Club è diventato una vera Media Company, sfrutta il dato come opportunità: per intercettare i propri target e generare una continua esigenza di contatto coi propri canali, per rafforzare il legame coi fan e sviluppare nuove possibilità di advertising, sponsorizzazione e monetizzazione.

Entertainment

Lo sapevi che Netflix ha deciso di produrre la serie tv House of Cards sulla base delle informazioni presenti nel proprio database (che inizialmente raccoglieva le preferenze dei clienti in funzione di un servizio di noleggio di film)?

Il successo di Netflix arriva dall'analisi che offre all'azienda la capacità di raggiungere la corretta audience con l’offerta più adatta, perfettamente in linea con specifici target di utenti.

Travel

Per un’azienda come Lastminute il marketing rappresenta l’elemento di business portante: per questo motivo, sono stati fatti i maggiori investimenti in Big Data Analytics con l’obiettivo di offrire al marketing e al business una prospettiva in real-time e in streaming di cosa succede sul portale e di come si comportano gli utenti sul web.

Da qui, ne deriva un’ulteriore analisi per ottimizzare gli investimenti in online marketing, cioè per attirare utenti e generare più traffico sul proprio sito, il tutto attraverso una proposta di contenuti più attrattivi e personalizzati rispetto ai bisogno degli utenti, monitorati in tempo reale.

Appronfondisci i casi d'uso >>

InsideIQUII

Il dato è una risorsa centrale nell’economia e nella corretta gestione di qualsiasi realtà. Lo sport, in particolare il calcio, è spesso visto come un campo tradizionalista in cui ci si fida più dell’intuito che dell’innovazione. Per questo motivo, i dati sono entrati a far parte dei processi decisionali dei club solo negli ultimi anni ma hanno totalmente rivoluzionato il gioco sia sotto il profilo delle performance, sia sotto quello delle strategie.

La partnership con il Frosinone Calcio va proprio in questa direzione: attraverso la Sport Platform, basata sul framework proprietario SportXP, e il supporto di consulenza strategica,  lavoriamo insieme al club nel processo di Digital Transformation, per integrare i sistemi legacy dell’azienda con le piattaforme digitali, per valorizzare il rapporto con la fanbase, ottimizzando i processi di acquisizione e fidelizzazione e concretizzando queste attività attraverso la monetizzazione diretta ed indiretta dei dati.

Leggi tutto >>

EXTRA TIME

Se sei interessato ad approfondire il tema dei Big Data Analytics e della Monetizzazione per le imprese, ti abbiamo riservato un piccolo gift: il White Paper di Information Builders, “Data Monetization Strategies. How to Make Money or Save Money With Data and Analytics”.

ABOUT US
 
Realizziamo soluzioni digitali, esplorando in profondità  i trend più attuali e unendo conoscenza, strategia e visione estesa. Usiamo la tecnologia per attivare nuovi comportamenti e innovare oltre.
IQUII
 
Web:  www.iquii.com
Email: info@iquii.com
Tel: +39 06 72.15.125
Via Vincenzo Lamaro 13, Ed. U, 00173 Roma
Piazza degli Affari 3, 20123 Milano
Copyright © 2018 IQUII s.r.l., All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list.