Copy
View this email in your browser
IL PRIMO ARCHIVIO COLLETTIVO DEI FOTOGRAFI FREELANCE  ITALIANI
Novembre 2016
Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/allerta-esercito-terrorismo-italia.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
Il muro Messicano - A Tijuana la frontiera consisteva in una casetta con un poliziotto mezzo addormentato dentro. E fino al 2001 e’ stato piu’ o meno così, finché non scatta, dopo l’11 settembre, il protocollo sicurezza. La frontiera simbolica viene affiancata da un alto muro con torrette di guardia, infrarossi, droni, jeep e moto in continuo movimento che lasciano poche speranze. Più in la, nel deserto, c’è meno sorveglianza, ma non è detto che se riesci a passare non trovi dall’altro lato un “cowboy” che ti spara perché sei nella sua proprietà. A Tijuana sono in molti quelli che arrivano per passare “dall’altra parte” ma ancora di più sono quelli che vengono rispediti indietro: i deportati. Spesso la reazione spontanea è quella di rimanere lì, vicino alla frontiera, con la speranza di tornare al più presto negli USA. Si costruiscono una baracca e rimangono lì, nel cosidetto "bordo", l'ex fiume Tijuana. Oggi il Bordo conta circa 4000 persone.                                    ph Alessandro Parente
A due settimane dalla scossa di terremoto del 6.5 della Scala Richter, viaggio in Umbria, a Norcia e nei paesi limitrofi di Ancarano, Campi e San Pellegrino per verificare come le persone stanno affrontando l' emergenza di vivere senza più nulla.     ph Gianni Congiu
Anche Milano affronta con difficoltà le  ondate di profughi e richiedenti asilo da Africa e Medio Oriente. Nell'intento di trasformare l'emergenza in una opportunità il Comune ha avviato un vasto piano di lavoro volontario "socialmente utile" per i profughi ospiti dei vari centri di accoglienza della città, compresa la contestata caserma Montello. I profughi spazzano i parchi, bonificano le cantine abbandonate delle case popolari, cancellano i graffiti dai muri  e prossimamente, dopo l'opportuno corso di formazione, faranno assistenza domiciliare agli anziani che vivono soli.                                           ph Dino Fracchia
Il progetto Le giostre - vite parallele nasce dall'esigenza di documentare una delle tradizioni più antiche del nostro paese: mostrare la vita dei "giostrai" in tutte le sue sfaccettature e allontanare i pregiudizi che per colpa di pochi hanno messo in cattiva luce questa categoria di lavoratori identificata molto spesso come fuori legge a causa di singoli episodi esagerati dai media.                                                    ph Mario Daigoro Fonti
Porto Marghera è una delle più grandi zone industriali costiere d’Europa, e nell’ultimo decennio ha vissuto una profonda trasformazione con numerosi processi di ristrutturazione e riconversione produttiva, ma anche pesanti crisi accompagnate da dismissioni di impianti produttivi. Ha costituito per molti anni una delle principali fonti di inquinamento della laguna veneta ma attualmente  non è più l'insediamento industriale del passato: i primi obsoleti impianti sono stati sostituiti con processi più moderni e a minore impatto ambientale ed anche le produzioni come il ciclo dell'ammoniaca, quello dell'acido nitrico, i fertilizzanti complessi, sono cessate.                                                         ph Paolo Della Corte
Horele (Sorelle) - A 2000mt di quota, nel cuore delle alpi Italiane, dove per telefonare bisogna percorrere 10 minuti di mulattiera in auto. Le estati di due giovani sorelle, Ylenia e Jessica sono state tutte passate qui, in alpeggio. 22 e 25 anni, dopo il diploma hanno deciso di tornare alle loro radici, ad essere loro stesse, ad essere "malghese" (contadino). Ylenia si dedica alle 120 vacche, mentre Jessica alle capre, 250 "Bionde dell'Adamello". "Horele" nel dialetto locale significa sorelle, sempre assieme e sempre sorridenti, anche quando c'è da camminare per ore sotto la pioggia per recuperare una vacca che si è persa. Sono uniche come unico è il loro legame con la natura e gli animali. Mentre la popolazione mondiale si sposta sempre di più nelle città ,Ylenia e Jessica hanno scelto di rimanere, vivere e lavorare nei luoghi dove sono nate, e ne sono felici.         ph  Gianluca Pavarini
 
Instagram
Copyright © buenaVista* photographers 2014, All rights reserved.
Our mailing address is:
info@buenavistaphoto.it

unsubscribe from this list    update subscription preferences 
 






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
buenaVista* photo · . · . · Milano, Roma, Palermo, Napoli, Torino, Venezia, Como, Pescara, Bergamo, Parigi, . . · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp